Ispirazioni metropolitane

Home » Riflessioni » Maledette Aspettative

Maledette Aspettative

Mi aspettavo che facessi un piccolo gesto per me.
Mi aspettavo che mi chiamassi visto quello che è successo.
Mi aspettavo che rispondessi al mio messaggio.
Mi aspettavo che mi facessi gli auguri per il compleanno.
Mi aspettavo che mi facessi almeno i complimenti per il lavoro svolto.

Queste sono solo alcune pretese / aspettative che ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha provato.

Con il passare degli anni sono profondamente cambiato, le esperienze hanno variato drasticamente il mio modo di essere e di vivere. Ora in moltissime relazioni sono una persona libera. Nel lavoro e nelle amicizie soprattutto, sono riuscito nell’intento di avere poche aspettative. Se un amico non mi chiama non mi fascio la testa, se una persona cara non mi fa gli auguri del compleanno ci passo sopra seppur ci tenga molto, così come se a lavoro non mi elogiano per il lavoro fatto o portato a casa. Non è menefreghismo, probabilmente è solo un dare minor peso a certi gesti, a certe dichiarazioni. Penso che le persone siano diverse da me e le cose che a me fanno piacere magari ad un altro possano risultare insignificanti.

Pero’ c’è un limite a tutto, o per lo meno io ne ho trovato uno personale. Il mio limite si trova proprio li, quando la posta in gioco si alza.

Come si fa a non rimanere male quando punti tutto e perdi una scommessa che ritieni sicura e vincente? Come fai a non rimanere male se una promessa a cui tieni davvero non viene mantenuta? Come fai a non rimanere male se il tuo datore di lavoro ti promette l’aumento di stipendio e poi ti licenzia o ti declassa?

Io ho cercato di ridurre al minimo le aspettative, ho provato a ridurre al minimo le delusioni. Ma il risultato in alcuni casi è stato pessimo. Combatto con la mia positività, è lei l’arma che utilizzo per reagire alle situazioni difficili. Provo a vedere sempre il lato positivo in ogni cosa.. ma alcune volte quel lato positivo proprio non riesco a trovarlo.

Annunci

8 commenti

  1. belindaraffaeli ha detto:

    ciao! e benvenuto! credo solo che rendersi completi e sufficienti a sè stessi è la forma per soffrire meno…soffrire meno..no non soffrire. A presto.

    Liked by 1 persona

    • Cix79 ha detto:

      Ciao e grazie per il benvenuto.
      La tua risposta la comprendo ma condivido in parte.
      Non ho proprio idea di come potermi completare da solo, nella mia testa non mi immagino in una vita da single. Essenzialmente credo nel completamento dell’individuo nel momento in cui trova la sua dolce metà. Da solo credo di essere una brava persona, affidabile e generosa. Tuttavia sento dentro che mi manca qualcosa, non mi sento completo

      Mi piace

  2. pagurina9 ha detto:

    Le aspettattive in molti casi rovinano il gusto semplice delle piccole cose…. vivere il momento invece di costruirselo nella propria mente perchè la maggior parte delle volte le belle cose arrivano comunque anche se hanno un “abito” diverso..

    Mi piace

    • Cix79 ha detto:

      Tutto vero, ma non so come si fa.
      Se un tuo amico che va a vivere lontano non ti sente più tu ci rimani male? Se la tua migliore amica ti sposa e non ti invita al suo matrimonio tu ci rimani male? Io si, e tanto anche. Credo che, soprattutto quando si vuole molto bene ad una persona, sia inevitabile rimanerci male se qualcosa non va come pensi tu.. soprattutto perchè ci tieni veramente

      Liked by 1 persona

      • pagurina9 ha detto:

        Hai travisato la mia risposta o non l’hai compresa, non sono una superficiale che se ne frega di quello che conta, io parlo della situazione in cui per eccesso di aspettativa si toglie importanza anche ad un piccolo gesto che alla persona che lo compie é costato invece fatica semplicemente perché per il nostro modo di vedere una situazione abbiamo necessità di una dimostrazione più plateale…Non parlavo di quando le persone che amiamo ci ignorano o ci trattano male…quello é un altro discorso.

        Mi piace

      • Cix79 ha detto:

        Pienamente daccordo!
        Spesso un eccesso di aspettative porta a minimizzare o non accorgerci di piccoli gesti che ci vengono fatti con amore. Il non pretendere troppo sicuramente aiuterebbe ad apprezzare di più quello che si riceve e a star meglio.

        Purtroppo questo è difficile da fare per me in quanto ci sono davvero tante variabili di mezzo. La vulnerabilità del momento, lo stato d’animo in cui ci si trova, la distrazione verso alcuni atteggiamenti, rendono davvero complicate alcune valutazioni.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: