Ispirazioni metropolitane

Home » 2014 » settembre

Monthly Archives: settembre 2014

Falsi miti alimentari

Nel mondo ci sono tante leggende, dicerie, credenze e superstizioni basate sui cibi. Tante di queste sono state totalmente inventate.
E così ho deciso di propinarne qualcuna a voi.

Fonte focus:

La buccia di mele e pere è ricca di vitamine.
La notizia è falsa, ci sono più vitamine nella polpa.

La fettina di vitello è il tipo di carne più nutriente.
Non è così. (non dicono quale carne lo sia)

Le ostriche sono afrodisiache
Pare che anche qui la notizia sia falsa, dicendo che addirittura la polenta abbia proprietà maggiori delle ostriche.
Fonte TantaSalute.it

1. Per concludere il pasto, ottimo il formaggio
Il formaggio è un alimento particolarmente grasso. E’ una vera e propria “bomba” calorica che, invece di stimolare la digestione, la rallenta pericolosamente.

2. Invece del pane, grissini e cracker
Questi sostitutivi del pane, molto spesso, sono “finti” alleati della linea: garantiscono un apporto calorico più elevato rispetto al pane classico. “Meglio concedersi un panino di piccole dimensioni, meglio se integrale, al giorno, piuttosto che buttarsi su grissini & co. per tenere le calorie sotto controllo” ha osservato la dottoressa Marcorsini.

3. La pasta fa ingrassare
Croce, ma, soprattutto, delizia per gli amanti della vera cucina mediterranea, la pasta è spesso additata come “origine di tutti i mali”, colpevole di aumenti di peso e grasso in eccesso. In realtà, non è vero, anzi. “La pasta è un elemento prezioso della dieta, complice l’apporto di carboidrati che fornisce, il consiglio è di non appesantirla con condimenti eccessivi o sughi troppo elaborati, ma di insaporirla con verdure fresche di stagione” ha aggiunto l’esperta.

4. Saltare i pasti per dimagrire
Saltare i pasti è un’abitudine deleteria, che rischia, invece di far dimagrire, di sortire l’effetto opposto, rallentando il metabolismo.

5. La frutta è un alimento dietetico, da consumare in quantità
Sicuramente non rientra tra il cibo spazzatura, anzi, ma nemmeno tra i cibi completamente privi di calorie. La frutta dovrebbe essere tra i protagonisti del regime alimentare, ma senza eccessi (1 porzione al giorno), perché è zuccherina, favorisce il gonfiore addominale e può rallentare la digestione.

6. Bando ai grassi
Sicuramente non devono essere presenti in quantità significative, ma anche i grassi sono sostanze nutritive necessarie che non possono mancare dalla dieta. L’importante è non esagerare, soprattutto con quelli di origine animale.

7. L’ananas brucia i grassi
Sarebbe bello se, a colpi di ananas, si potessero annullare gli eccessi alimentari, ma non è decisamente così.

8. La birra fa latte
Questo è una delle frasi più classiche che si sfoderano in presenza di una donna in dolce attesa, per autorizzarla a bere un sorso di birra. In realtà, però, non ha nessun fondamento scientifico.

9. Via libera agli alimenti “light”
“Light non significa completamente privo di calorie, anzi. I cibi light contengono, mediamente, il 30% in meno delle calorie. E’ importante, quindi, non eccedere” sottolinea la nutrizionista.

10. Pesce, alleato di mente e memoria, grazie al fosforo
Il pesce fa bene, ma non è ricco di fosforo quanto si pensa. Infatti, ci sono alimenti che ne contengono quantità decisamente superiori, come i legumi o la frutta secca, per esempio.
Sorpresa. In questo articolo voglio fare un esperimento. Voglio provare a capire se la gente legge tutto. Vi chiedo per favore di non mettere like a questo articolo ma di commentare inserendo un cibo a vostro piacimento, anche grasso e non dietetico se volete. Grazie. E ora continuiamo con i miti.

11. Zucchero e iperattività
Spesso si pensa che lo zucchero possa influire sull’iperattività. In realtà sul rapporto fra l’assunzione di zuccheri e l’umore si è detto di tutto. Alcuni hanno sostenuto il contrario, collegando il consumo di zucchero anche alla depressione. In questo senso si verificherebbe un particolare processo: il corpo utilizzerebbe le vitamine del gruppo B per trasformare lo zucchero in energia. Di conseguenza l’organismo resterebbe a corto di queste sostanze, che sono molto importanti per il sistema neurologico. Si è detto anche che un picco in alto della curva glicemica possa portare a fatica, insonnia, ansia e difficoltà di concentrazione. Si tratta soltanto di una credenza.

12. Le uova aumentano il colesterolo
Si dice che chi soffra di ipercolesterolemia non debba mangiare le uova, perché esse ne abbondano. Da un certo punto di vista si può considerare un fondo di verità, visto che le uova sono ricche di colesterolo. In ogni caso bisogna sempre ricordarsi che il nostro organismo riesce a regolarsi bene da questo punto di vista. E’ chiaro che non bisogna esagerare, ma non occorre nemmeno privarsi di un uovo sodo, il quale ha soltanto 75 calorie.

13. Un gelato per sostituire la cena
Presi dai ritmi frenetici della vita quotidiana, magari siamo tentati di ridurre la cena o un pasto principale ad un semplice gelato o ad un dolce. In questo senso siamo confortati da ciò che si sente dire: un gelato può sostituire la cena. Tutto questo è vero, ma solo a metà. E’ reale la quasi corrispondenza in termini di calorie fra un pasto e un gelato, ma, per quanto riguarda la qualità, di certo poter contare su una cena completa sarebbe più importante. Una volta ogni tanto ci si può concedere anche uno strappo alla regola, ma questa non deve diventare un’abitudine.

14. Bere due litri di acqua al giorno
Anche gli esperti molte volte consigliano di bere tanta acqua, almeno 2 litri al giorno. In effetti è vero che l’acqua è importante per il nostro organismo, in quanto facilita la diuresi e, quindi, la depurazione del corpo dalle tossine. Bere tanta acqua è fondamentale anche per combattere la stitichezza. Tuttavia non possiamo far valere una regola generalizzata, visto che ogni organismo è diverso dall’altro. Il benessere individuale deve basarsi su criteri soggettivi, senza farsi condizionare da teorie applicate in maniera indiscriminata.

15. Il taglio migliore è il filetto
Un’altra diceria legata all’alimentazione riguarda anche chi non vuol far mancare sulla propria tavola la classica fettina di carne. Spesso sentiamo dire che proprio quest’ultima o il filetto rappresentino il tipo di carne migliore, il taglio che sarebbe da preferire a tutti gli altri. Non è propriamente vero, perché ciò che varia, in base ai tagli, è il contenuto dei grassi. Le proteine, invece, non differiscono.

Ciao a tutti e grazie per la lettura 🙂

Sport sconosciuti

In Italia siamo sommersi, circondati, quasi oppressi da un unico sport: il calcio. A seguire questo sport ci sono milioni e milioni di persone. Poi, molto indietro come numero di tifosi e/o spettatori, ci sono la pallacanestro e la pallavolo. Se si continua a scorrere le statistiche troviamo ancora molti altri sport come nuoto, rugby, tennis, golf, scherma, ecc.. ecc… fino ad arrivare agli sport meno conosciuti, ma portati alla ribalta dalle olimpiadi. Uno su tutti.. il Carling, il gioco fatto su una pista di ghiaccio che si gioca con le scope.

Così mi sono chiesto se in Italia si giocano sport particolari e praticamente sconosciuti. Due su tutti hanno attirato la mia attenzione.

Il primo gioco che vi presento è la “Pallapugno“.
Il pallone elastico, chiamato pallapugno ufficialmente dal 2001 e definito balon (pronuncia “balùn”) in lingua piemontese e lingua ligure, è uno sport di squadra giocato con una palla su un terreno di gioco privo di rete.
Tra Ottocento e Novecento il pallone elastico attraversò una crisi che portò alla sua quasi totale scomparsa, con l’eccezione di alcune province del Piemonte (Torino, Asti e Cuneo) e della Liguria (Savona e Imperia).
Il gioco della pallapugno si pratica fasciandosi il pugno con una serie di strisce di stoffa alle quali si sovrappone un pezzo di cuoio opportunamente modellato ed una striscia di gomma che serve per ammortizzare il colpo ed aiutare il giocatore nell’indirizzarlo. Questa specialità è storicamente radicata nel basso Piemonte e nella Liguria (specialmente nella Riviera di Ponente) dove è praticata a livello professionistico. Il campionato italiano si svolge regolarmente dal 1912.

pallapugno_1 pallapugno_2

Il secondo gioco che vi propongo è il “Calcio Storico Fiorentino“.
Il calcio storico fiorentino è una disciplina sportiva che affonda le sue origini in tempi molto antichi: infatti in latino era chiamato florentinum harpastum. Consiste in un gioco a squadre che si effettua con un pallone e da molti è considerato come il padre del gioco del calcio, anche se almeno nei fondamentali ricorda molto più il rugby.
Dopo varie interruzioni nel corso degli anni attualmente il gioco è praticato ogni anno da 4 squadre relative ai quattro quartieri storici di Firenze: i “Bianchi” di Santo Spirito, gli “Azzurri” di Santa Croce, i “Rossi” di Santa Maria Novella e i “Verdi” di San Giovanni.
Vengono giocate 3 partite in tutto, due semifinali e la finale.
La scoperta di questo sport è stata portata ai miei occhi grazie ad una puntata di un programma televisivo fatta da PIF. Il gioco, da quello che ho percepito, è davvero molto molto violento difatti ogni anno alla fine della competizione si contano tanti feriti.

fiore_1 fiore_2 fiore_3
Voi li conoscevate questi 2 sport?

Ne conoscete altri altrettanto particolari e sconosciuti alle masse?
Fatemi sapere mi raccomando

Questione di ritmo!

Avrei potuto scrivere mille parole e dilungarmi in altrettanti esempi per spiegare quello che ho provato lungo il mio tragitto fin ora fatto. Ma credo che la cosa migliore sia essere sintetico. Ci provo con due parole in croce che ora vi propongo.

Due persone sono felici tra loro quando viaggiano alla stessa velocità. Ne un po’ di più, ne un po’ di meno.

Semplice a dirsi, molto molto molto complicato a farsi.

Intimo..

Purtroppo a causa dell’influenza non sono potuto uscire, non ho potuto godermi il bel sole che oggi risplende nella mia città. Guardo dalla finestra chiedendomi se fa caldo o se la giornata è fredda.. una piccola idea me la son fatta guardando l’abbigliamento dei passanti.

Sono in casa, quindi l’Ispirazione di oggi non è propriamente metropolitana, ma piuttosto la definirei casalinga. Il web, in questi momenti di “prigionia” aiuta ad evadere. Ed io ne ho approfittato per prelevare dalla ragnatela un po’ di immagini simpatiche.

Pensavo ai pigiamoni bruttissimi che uomini e donne nella vita di coppia sfoggiano durante le loro nottate passate assieme. Penso siano anti libido, dovrebbero essere aboliti.. almeno nei primi anni di vita assieme! Sono bruttissimi..

Poi il mio pensiero è andato oltre.. pensavo ad un qualsiasi appuntamento intimo.. Si esce tutti tirati e fashon.. con la passione che sprizza da ogni poro. Immagino la cena super romantica, una serata fantastica passata assieme a divertirsi.. per poi arrivare al fatidico momento delle coccole. E’ la prima volta che vi vedete in intimità…

La donna magari ha immaginato il proprio uomo con fisico scultoreo e con dei boxer aderenti che risaltano la forma.. magari con canotta aderente che mette in mostra solo i muscoli dei bicipiti prima di arrivare a toglierla e vedere gli addominali e i pettorali scolpiti.

Ecco il momento di spogliarlo ed invece….

0 10843611_1 foto item_57670 perizoma

Ma passiamo all’uomo. Immagina la propria dea con calze a rete, reggicalze.. bichini o canotta di pizzo.. una principessa insomma. Ma anche qui arriva la sorpresa

Bikini-capezzoli Modern-bra intimo-fluorescente images bikini-pac-man

Magari sono solo fantasie.. ma sarebbe davvero divertente, esilerante non trovate?

Scarpe per donne Giganti

E’ in arrivo il weekend quindi inutile ammorbarvi con pensieri pesanti, riflessioni opprimenti o notizie di attualità negative.

Ho l’influenza, è in arrivo il weekend ed ho voglia di essere rilassato e positivo. Pertanto vi dedico questo altro post bizzarro.

Accomodatevi pure sulle vostre BANALI quanto comode poltrone o sedie di casa vostra.. quello che vi sto per proporre rappresenta il futuro, il Design ancora una volta ci viene incontro per deliziare gli intenditori più sopraffini!

Dopo tutto chi non spenderebbe eoni di euro per queste scarpe così carine?

994185_374713552683906_4642347485345690234_n 10421524_374713522683909_4268353347786390967_n 10454521_374713599350568_1800742397806388609_n 10636121_374713529350575_3949007441379237003_n 10649938_374713562683905_2268139259078019288_n 10653761_374713572683904_8019879064240987704_n

Sono certo, anzi certissimo.. che qualcuno di voi in cuor suo apprezza e le comprerebbe senza mezzi termini! Per quanto mi riguarda mi fermo nello scovare e nell’osservare certe creazioni “bizzarre”.

Purtroppo l’unica nota dolente è non essermi segnato il link dove ho trovato questo materiale.. conosco solo la pagina fb di riferimeno… chiedo venia!

https://www.facebook.com/ArchiDesiign?fref=photo

Il ghiaccio della città

Provengo da un’altra terra e decisamente da altre abitudini! Alcuni comportamenti delle persone della mia città natia mi hanno spinto a non avere problemi a spostarmi in una città del nord Italia.
Zero remore e zero problemi insomma! Pero’ una cosa, devo ammetterlo, mi sta proprio sulle balle!

Perchè qui la gente fa fatica a fare amicizia? Se non appartieni o vieni presentato ad un gruppo, le persone fanno fatica a parlarsi, non si rivolgono la parola, non fanno amicizia! Se chiedi qualcosa in giro ti guardano quasi storto, pensando magari per istinto che tu sia un ladro o un pazzo.. Ed in quei momenti mi verrebbe da dire “We belli, guardate che siete voi quelli strani, non io!!”.

Prima di trasferirmi, quando prendevo l’autobus per andare a lavoro o a scuola, ci si conosceva quasi tutti e si chiacchierava il più delle volte. Nelle medesime condizioni qui la gente non ti saluta, fa finta di non conoscersi o di non averti mai visto, qui tutti si fanno tranquillamente i ca&&i propri!

Volete che vi faccia un altro esempio di mancanza di voglia di socializzazione? Bene, eccovi un altro cavallo di battaglia!

Abito In un condominio di circa 16 famiglie ed ho scoperto che si può addirittura evitare di salutare i propri vicini di casa! Si perchè spesso mi capita di salutare con il più classico Buongiorno o Buonasera e di non ricevere risposta. Com’è possibile una cosa simile?

Mahhhhh!!!

A parte l’enorme maleducazione… mi verrebbe da esclamare “cose dell’altro mondo”!

Amor passato

Come le ossa rotte

dall’operazion curate,

totalmente guarite e

rinsaldate.

Dopo anni, col cambiar

del clima, quel giorno

a sorpresa

dolor m’opprima.

 

 

By me

 

 

E’ un tentativo di “poesia”, scusatemi se non è nei canoni letterari, tempo fa mi è uscita così e l’ho postata!