Ispirazioni metropolitane

Home » In Giro » Vita da Bus

Vita da Bus

Sono le 19.00 e finalmente sono fuori dall’ufficio!
Pioviggina, ma poco importa, l’estate sembra ancora lontana e me ne faccio una ragione. Arrivo alla fermata del bus, devo aspettare solo 2 minuti: bene, non mi bagnerò molto anche se piove “a vento”!
L’autobus arriva e salgo posizionandomi in piedi nella zona centrale.

Qui comincia subito lo show!
Un ragazzo, giacca e cravatta, sulla trentina urla al telefono. Biascica e cerca di scusarsi con l’interlocutore dall’altra parte “della cornetta”.
Dopo un po’ di scuse partono le imprecazioni serie! Poi ritorna ad un tono più accondiscendente. Vi starete forse chiedendo cosa fosse successo al giovane malcapitato in carriera ed io ve lo racconto subito.

In pratica la mattina il poverino non aveva sentito la sveglia, si era alzato in ritardo e quindi si è vestito e preparato velocemente fiondandosi di corsa in ufficio dove aveva una riunione importante alle ore 09.00.
Il cellulare era ovviamente scarico e non aveva possibilità di caricarlo fino alla pausa pranzo. Riaccendendo il cellulare a primo pomeriggio, al termine della riunione fiume, ha trovato “2000” chiamate e messaggi che avevano come mittente la sua dolce metà, che lo cercava con ansia, chiedendogli preoccupata dove fosse finito il suo aitante ed adorato principe.

Non la faccio lunga ma il tipo è stato almeno un quarto d’ora a spiegare che non era stata colpa sua se si era dimenticato, e dopo impossibilitato, a mandare il messaggio del buongiorno visto la mattina concitata.
E la sua tipa gli ha sparato un pippone a dir poco epico. Siamo scesi alla stessa fermata, io col sorriso sulle labbra e lui con le orecchie abbassate da cane bastonato con la telefonata ancora in corso. Quanti ricordi sono affiorati nella mia testolina, credo che bene o male ci siamo passati un po’ tutti da questa fase di amore che definisco “adolescenziale”!
Non c’è niente da fare, l’autobus mi regala sempre grandi soddisfazioni. E pensare che questo blog è nato con un articolo che descriveva una scena vissuta sull’autobus!

 

Annunci

59 commenti

  1. Tati ha detto:

    … da infilare le mani nella cornetta, facendole apparire dall’altro capo sferrando due sonori ceffoni…

    Liked by 1 persona

  2. lilasmile ha detto:

    Cix vediamo se la mia memoria non mi inganna… era la storia della signora anziana nel bus con cui tu scambiavi quattro chiacchiere? Per quanto riguarda ciò che ti è accaduto adesso diciamo che per il ragazzo purtroppo sono azzi amari! Però io direi che sono anche questi cellulari che ci hanno cambiato prospettive di essere…
    Un sorriso 🙂

    Liked by 1 persona

  3. lilasmile ha detto:

    Comunque ora vado a postare da pc! Non sono poi così super tecnologica!

    Mi piace

  4. Laura ha detto:

    La gelosia rovina i rapporti, anche i cellulari, menomale che quando ero fidanzata non c’erano, si viveva senza tutte queste ansie, 🙂 un abbraccio Cix, buona serata e buon weekend, 🙂

    Mi piace

    • Cix79 ha detto:

      Magari le ansie le sfogavi solo dal vivo 🙂 Comunque ora con i mezzi moderni sono aumentate a dismisura.. basta pensare alla lettura dei messaggi di whatsapp… brividi!
      Un abbraccio a te e al mitico Willy

      Mi piace

      • Laura ha detto:

        Penso che ci vuole un po’ di fiducia nel proprio partner, io non sono stata mai gelosa, anche da ragazza Cix, forse perche’ non c’e’ mai stato un motivo, Willy e’ qua che fa la nanna tranquillo, ieri e’ stato operato di ernia, adesso sta bene, e’ tornato il monello di sempre, 🙂

        Mi piace

      • Cix79 ha detto:

        urca l’ernia canina… chissà che sforzo ha fatto per uscire.. povero! Spero si riprenda in fretta! Kiss

        Mi piace

      • Laura ha detto:

        Sta bene Cix, era piccola, me ne sono accorta subito, adesso tutto a posto, la sua veterinaria e’ super, 😀

        Liked by 1 persona

  5. Simona ha detto:

    Per fortuna uso poco il cellulare 😉 Buon pomeriggio Cix 🙂

    Mi piace

  6. Affy ha detto:

    Pipponi epici adolescenziali … quanti ricordi!
    Però i miei pipponi erano assolutamente adolescenziali e qui il “poverino” in questione è sulla trentina e immaginarmelo lì con le orecchie abbassate come un cucciolo preso in castagna mi sembra troppo! Ha delle valide giustificazioni, le tirasse fuori senza star lì ad incassare per un quarto d’ora colpo su colpo soprattutto per un mancato buongiorno … e che sarà mai? Se fossi stata al suo posto avrei augurato telefonicamente alla tipa una definitiva “buona vita” sarei andata a casa e avrei baciato la sveglia … salvatrice del mio futuro! 🙂

    Mi piace

  7. Silvia ha detto:

    Ahahahah, mi ricordo una volta un ragazzetto che si ostinava a telefonarmi a casa (ancora i cell non c’erano) sempre verso le 19,00, e non mi trovava mai perché a casa rientravo sempre alle 7,30(e lo sapeva), quando si è lamentato gli ho semplicemente detto chese voleva parlarmi doveva chiamarmi dopo altrimenti tanti saluti! 😉

    Mi piace

  8. silviacavalieri ha detto:

    Per certe persone pare proprio che “amare” significhi appropriarsi della vita e del tempo dello sfortunato oggetto del loro amore, dimenticandosi che si tratta di una persona. Se nell’adolescenza questo atteggiamento può essere scusabile, se non comprensibile, nell’età adulta proprio non è ammissibile.
    Il cellulare, in ogni caso, per certi versi utilissimo, non ci ha dato maggior serenità, anzi ha acuito le pene di gelosi e ansiosi e mutato radicalmente la nostra concezione del tempo. Quando ero bambina io, una lettera al mese dei loro cari lontani, o anche meno, allietava e rassicurava i miei sulla loro salute presente e futura, adesso, pare impossibile, basta un silenzio di ore, o anche minuti, del cellulare, che subito ansie e cattivi pensieri ci avvelenano. Bella questa vita vista dall’autobus! Complimenti.

    Mi piace

  9. Ciao Cix…ah l’amore! Io ricordo invece su di un autobus ad Ischia, ero lì in vacanza e poco dopo essermi seduta sul bus una coppietta cominciò a strillare proprio nel sedile dietro a me…peccato lo facessero in napoletano stretto che non mi ha fatto comprendere il motivo della lite 😉
    Buona serata

    Mi piace

  10. ehipenny ha detto:

    Ah gli autobus! Guarda ho dedicato anch’io un post all’autobus perché lo meritava https://ilmondodelleparole.wordpress.com/2015/09/18/gente-sullautobus/ se ti va di leggerlo 😉

    Mi piace

  11. SognidiRnR ha detto:

    Chissà perché la tipa era così nervosa per uno stupido sms del buongiorno! Ma sei sicuro di aver origliato bene senza perderti altri dettagli?? 😛 Comunque i meccanismi di coppia sono sempre molto difficili da interpretare. Io osservo/origlio spesso le litigate o scenate altrui sui mezzi pubblici: rimango affascinata(e poi, si, lo ammetto,sono impicciona come ‘na socera!) 😀

    Liked by 1 persona

    • Cix79 ha detto:

      ahahah sisi non mi son perso nulla, ero concentratissimo, ero entrato in “pettegola mode on” .. era troppo ghiotta l’occasione per poterci scrivere un post 😀
      E comunque hai ragione.. le dinamiche di coppia sono dei meccanismi difficilissimi da comprendere e da tener su.. ed ogni coppia ha il suo stile

      Mi piace

  12. Un cuore per questo povero ragazzo!!!

    Mi piace

  13. pagurina9 ha detto:

    Ah la tauromachia…..!

    Mi piace

  14. fulvialuna1 ha detto:

    A me non piace discutere di certe cose al cellulare e davanti a tutti, poi questa cosa del non mi rispondi e mi incavalo mi sa tanto di bambini dell’asilo.
    Mi domando come facevamo noi senza stò “controllo”. Vivevamo benissimo.

    Mi piace

  15. Hai ragione. Questo amore è proprio adolescenziale. Mi hai fatto venire in mente che, a quindici anni, anche io facevo di queste scenate, ma a quindici anni ancora dovevo capire tanto e una mancanza del genere mi sembrava il peggior torto che si potesse fare all’amore. Quasi quasi ‘sta cosa mi fa tenerezza…eheheheheh!!!
    Ma una scenata del genere da adulti….beh…più che tenerezza, mi fa tristezza. Pover’uomo 😛

    Liked by 1 persona

    • Cix79 ha detto:

      Credo che certe situazioni si possano creare quando un ragazzo grande si fidanza con una ragazza un bel po’ più piccola di lui.. o viceversa!
      Oppure cervello piccolo e li c’è poco da fare 🙂

      Liked by 1 persona

      • Quando un cervello è piccolo, c’è davvero pochissimo da fare. Avoja ad aspettare un cambiamento. Ci vorrebbe un miracolo😂
        Comunque quando si tratta di differenze di età, il rischio è sempre quello, ovvero avere due punti di vista diversi dovuti proprio all’età. Poi, vabbè, mai fare di tutta l’erba un fascio 🙂

        Liked by 1 persona

  16. Poveretto! Cornuto e mazziato.
    Speriamo che perlomeno la riunione sia andata bene!

    Mi piace

  17. alessialia ha detto:

    io sono strana… mai scassato i maroni così…. se puoi, puoi… altrimenti ci sentiam poi…
    mi è capitato una volta con un tipo…….. chiamava ottomila volte al giorno….. e mado… ma non hai nulla da fare? pensa se invece di me conosceva, che sò, Belen, che poteva fare! 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: