Ispirazioni metropolitane

Home » 2016 » settembre

Monthly Archives: settembre 2016

Non sappiamo imparare dagli errori

Io gliel’avevo detto, cancella tutto, non lasciare tracce in rete. Ma lei non mi ha ascoltato e questo è il risultato.

Ma mettiamo subito da parte le battute.

Dopo il caso mediatico tanto discusso “Tiziana Cardone” lo scoop di oggi riguarda Diletta Leotta e le relative immagini e i video osè che le hanno hackerato su dropbox.

Così come la notizia si è espansa a macchia d’olio allo stesso tempo e con la stessa celerità, la conduttrice sportiva di sky si è mossa per far rimuovere tutto il materiale dal web attraverso l’ausilio della polizia postale.

Facendo una rapida ricerca il risultato è eccellente, non c’è traccia di foto e video sui motori di ricerca.

Problema risolto vero?

Assolutamente No.

Le immagini ed i video girano eccome, utilizzando semplicemente altri canali. Gli Smartphone ad esempio sono un ottimo mezzo per la diffusione di certi contenuti.

Certo, le immagini PRIVATE rese note non sono porno.. c’è della nudità si, nudità sexy e nudità simpatica. Tutti ci auguriamo che la conduttrice non riceva lo stesso trattamento riservato alla malcapitata sopra citata. Speriamo che non abbia ripercussioni nella vita privata e lavorativa. Insomma, sinceramente, le auguriamo il meglio e nessuna sofferenza!

Morale, mio della favola:

Lei poteva ed ha fatto ciò che voleva, giustamente, nel suo privato.

Il colpevole dovrebbe pagare come minimo i danni morali. Ma anche la galera gli farebbe bene.

Signori e signore, ragazzi e ragazze, bambini e bambine.. fate attenzione a cosa mettete in rete e cosa fate girare sui telefonini.. NON SIETE E NON SIAMO AL SICURO, viviamo in un mondo dove siamo spiati.. e ciò che ci appartiene non si sa mai in che mani va a capitare anche contro la nostra volontà! Prima di fare certe cose e passarle in giro, prima di salvarle nel web, pensateci mille volte, altrimenti ve ne potreste pentire!

 

Annunci

Il sesso (a volte) uccide

Ieri è arrivata alla ribalda dei tabloid italiani una notizia che mi ha portato a riflettere.

Ma partiamo dall’inizio.

Mesi addietro una ragazza di una trentina di anni ha deciso di fare un goloso phellatio ad un uomo. Durante l’atto è stata ripresa ed ad un certo punto del video ha esclamato che le faceva piacere. “Bravo”.

Il video è finito in rete ed è diventato decisamente virale. Nelle sue pagine social c’è stato il putiferio e lei è stata riempita di insulti ed esclamazioni non proprio dolci e carine.

Ieri a distanza di mesi la ragazza, che aveva ottenuto la possibilità di cambiare identità e di far eliminare da tutti i portali più famosi il video, ha deciso di togliersi la vita, non reggendo la vergogna che ha dovuto subire per mesi.

Da qui mi scaturiscono mille pensieri.

Da un lato sappiamo che in giro c’è della gente che è decisamente idiota, persone pronte ad insultare anche in maniera pesante, gente che è vittima della propria ignoranza. Bulli e galletti da tastiera, bestie senza controllo, spesso senza volto e senza età.

Da un altro lato c’è gente a cui piace apparire, trasgredire ma che evidentemente non è cosciente di ciò che fa e delle conseguenze che certe azioni possono scaturire.

Mi spiego.

Se ti fai filmare mentre fai un pompino ad un uomo che magari neanche conosci o che conosci poco non ti viene minimamente l’idea che quel video possa finire in mani sbagliate? Se proprio vuoi fare certe cose falle con le persone giuste ed in posti giusti dove magari hai determinate garanzie di privacy.

Morale della favola: prima di fare certe cose, se non vuoi fare una brutta fine, pensaci bene con chi, dove.. e se è proprio necessario farlo! Sii cosciente che al di fuori della campana di vetro esistono tanti lupi pronti a sbranarti al primo errore.

Riflessione del giorno

Odio le persone, compreso me, che si lasciano sfuggire le opportunità che la vita regala.