Ispirazioni metropolitane

Home » 2017 » febbraio

Monthly Archives: febbraio 2017

TIRIAMOCI SU IL MORALE #63

Buongiorno amici del blog

Il tema di oggi è che non c’è un tema, sono immagini trovate sul web e inviate su whatsapp che non sono riuscito a catalogare in una sezione ad hoc.

Spero siano di vostro gradimento!

 

Foto di inizio anno scolastico

14192076_10206858819971230_563275783380581894_n

 

Torta per adulti?

14492496_994662560644246_3029166321495733797_n

 

V per Venditti

14705804_605764839603084_5343971913494368389_n

 

Anziani a lavoro

14729196_615354308644137_6205391574768267838_n

 

Allora quando arrivi a casa citofona a ….

15541199_1642935119065645_4966122986147651010_n

 

Un commerciante non in giornata

15622753_1647111735314650_2419992240518124586_n

 

L’Italia, un paese di bugiardi egocentrici

15894320_1679707625388394_2264860451430149346_n

 

Un commerciante che le prova tutte

15965335_1857922491149135_9221919010223281124_n

 

Che idea tenera 🙂

170727484-de2fe4e9-0a2f-4cba-81e9-13f7fec302e3

 

Clet in azione, grande artista lui

direzione

 

Buon lunedi 🙂

Annunci

Italia – India #7

Parliamo sempre di una regione dell’India del Sud.
Anzi andiamo nello specifico, parliamo di un Indiano del Sud. Quando andava all’università il mio amico abitava in campagna e l’uni era in città. Per arrivarci coi mezzi ci metteva 2 ore a viaggio.
Si alzava alle 5 per partire alle 6. Alle 5 faceva la prima colazione non ufficiale mangiando uno “snack”; alle 8, appena arrivato in città faceva la colazione seria (all’inglese, tutta salata con uova, piadine, pollo, ecc..)
completata da un dolce. Alle 10 terza colazione non ufficiale. Alle 13 pranzo! Come prima fase si pappava quello portato da casa, poi andava in mensa e faceva il secondo pranzo.
Ora in Italia ha sempre fame e la sera per cena mangia razioni doppie rispetto al pranzo italiano che porta in ufficio. Per farvi capire la mole di cibo che mangia.. 500g di gelato al pistacchio lo mangia in una botta sola.
Quando ci ha invitato a cena, eravamo in 5 di cui 4 italiani ed ha preparato 5 kg di riso e 5 kg di pollo.
Ah si, in India del Sud il cibo, dopo 24 che è stato cucinato viene buttato. Entro le 24 è ancora “legale” mangiarlo.

Francesco Gabbani – Occidentali’s Karma

E’ la canzone che ha vinto Sanremo 2017.
Sotto consiglio di una di voi oggi ho deciso di ascoltarla. Il primo ascolto mi ha lasciato senza emozioni mentre il secondo ha cambiato le mie sensazioni.
La canzone è orecchiabile, la musica abbastanza travolgente ed il ritornello è cantabile. Una canzone che bene o male funziona.

Il testo mi sembra una valida fotografia/critica al mondo social che ci circonda e che viviamo quotidianamente.
Ho tuttavia un dubbio sul testo, sul ritornello nel particolare. Ma la scimmia nuda cos’è? Cosa rappresenta?
E’ una frase messa li perchè sta bene come suono e fa rima con le parole successive oppure ha un senso recondito?

La mia prima interpretazione è che la scimmia nuda rappresenta il nostro Io istintivo, quello primordiale, il nostro io nudo, privo di maschere, senza vestiti. E quell’io balla!

La mia seconda interpretazione invece è che la scimmia nuda è la parte più inetta di noi, quella che è spogliata dalla ragione, che si comporta in maniera inebetita e balla senza ragione.
Voi che ne pensate?

IMMAGINI ESILARANTI? … PARLIAMONE! #3

Si torna con questo format. Oggi l’argomento è serio, dopo tutto non si scherza con l’arte! E neanche con l’arte che si fa arte nel deridere l’arte!

Ma passiamo alle immagini e alle descrizioni che è meglio 🙂

1) Da questa immagine prendiamo atto che New York ha puntato sull’innovazione e in fondo la Statua della Libertà è un monumento importante, è il simbolo della città.
Nel processo di rinnovamento la Dea dalla lunga toga è stata vestita da un succinto costumino al passo con i tempi.

Con i suoi quasi cento metri di altezza chiunque passi da quelle parti godrà di un bel vedere, un corpo statuario che farà dimenticare il valore di quella fiaccola e il significato del libro e a me sembra di sentire quelle parole che non conoscono mode e che fanno ormai parte della tradizione:

“… mamma mia che je farei!”

1

2) Fino a ieri eravamo abituati a focalizzare lo sguardo sul sorriso enigmatico della Gioconda, a chiederci se fosse il ritratto di un uomo o di una donna. Non immaginavamo certo che il grande capolavoro di Leonardo Da Vinci sarebbe stato in poche ore catapultato in ben altra prospettiva dove il sorriso e il sesso non avrebbero avuto più alcuna importanza perché a catturare la scena all’arte sarebbero state le estremità fino a ieri celate dallo stesso pittore.

Eccola Monna Lisa mentre osserva i visitatori che al Louvre sostano increduli dinanzi a lei.

Se la ride misteriosa mentre dopo interminabili ore di posa rilassa le sue membra stanche.

Ebbene sì, dobbiamo ammetterlo, la Gioconda si prende gioco di noi!

2

3) Dopo anni che se ne stavano a Parigi dentro un quadro, appesi a un chiodo, è arrivata anche per loro la sospirata libertà.

A bordo di una rossa spider, abbandonati mollemente sui sedili con tanto di sigaretta appena accesa in bocca, i due possono finalmente godersi una notte infinita. Lei sfodera il solito sorriso misterioso lui non fa mistero di non aver nessuna voglia di sorridere.

Lasciamo Vincent e Monna Lisa conoscersi meglio, dai loro sguardi mi sembra di capire che siamo di troppo!

3

4) Sono passati quasi cinquant’anni da quella mitica passeggiata e l’ultimo cagnino sembra annusarne ancora le loro orme.

Impavidi, i quattro beagles con la coda ritta (tranne il primo che porca paletta forse se l’è giocata) ripercorrono sulle strisce pedonali quella che poi sarebbe diventata la copertina più famosa dello storico gruppo musicale.

Le strisce pedonali non sono proprio come quelle originali ma poco importa, esistono artisti che dipingono ciò che vedono e altri che dipingono ciò che ricordano. Queste strisce che vediamo appartengono ad un artista “sui generis” che le ha realizzate così come sono venute… l’arte a volte si esprime ad minchiam.

I cagnini comunque sono troppo bellini e non deve essere stato facile regalarci questa immagine!

4

5) Per leggere l’arte occorre uno “straccio” di preparazione, una memoria capace di assorbire il talento che fuoriesce dall’artista.

Distinguere un “dipinto a tempera” da un “dipinto ad olio” è fondamentale nella scelta del ruvido complemento da imprigionare nella nostra mano sempre attenta a raccogliere il frutto della creazione.

Appena l’artista regala un colpo di genio, soprattutto se è ad olio, guai a temporeggiare perché il passaggio di minuti preziosi potrebbe farci scivolare sull’arte del maestro.

Quindi occhio ragazzi …

5

6) Posto che la taglia dell’intimo indumento non mi sembra idonea per avvolgere le di lui pudenda era pur ora che la pia mano provvedesse a tanto!

Di tempo caro Adamo ne è passato assai ed anche se conservi ancora il corpo atletico di un tempo è bene che qualcosa che ti appartiene si sottragga alla vista di occhi indagatori che rapiti iniziano sempre con il guardare molto rapidamente le due dita che mai si toccano per poi bloccarsi, indugiando ad oltranza e senza remore, proprio sul particolare deputato alla creazione.

Non a caso si parla … della Creazione di Adamo!

6

Buon lunedi ed inizio settimana a tutti 🙂

Italia – India #6

Parliamo sempre di India del Sud.
Le mucche sono davvero animali sacri. Durante le feste vengono venerate, festeggiate; nei paesini di campagna scorazzano ancora libere, vanno dove vogliono senza che nessuno le possa fermare!
In città invece no, in città si sono occidentalizzati e certe pratiche non vengono più permesse.

Nei paesini di campagna inoltre c’è un’usanza molto particolare dedicata ai viaggiatori. Al di fuori di ogni casa, nei giardini o nella campagna o vicino le strade sterrate di passaggio, vengono adibite delle panchine molto lunghe dove qualsiasi passante può fermarsi per ristorarsi, mangiare, riposare o addirittura fermarsi per dormire la notte. Non ci sono grossi confort ma è cmq qualcosa e per di più gratis. Dopo tutto il clima non è un problema, ci sono sempre dai 25° in su e se ti vuoi fermare a dormire senza spendere e vi trovate in India del sud ora sapete dove farlo… se non avete paura dei malviventi 🙂

TIRIAMOCI SU IL MORALE #62

Oggi post molto easy, rapido! (stavo dimenticando di farlo il post)

La proposta odierna sono alcune frasi ad effetto trovate in giro su web/whatsapp

14656388_1287270801305055_5547225756461865060_nimg-20160504-wa0011img-20160510-wa0000img-20160525-wa0001img-20160804-wa0002img-20160909-wa0006

Buon inizio settimana 🙂

600

Ho da pochi giorni raggiunto i 600 followers, il doppio degli Spartani divenuti famosi per l’incredibile battaglia delle Termopili.

A risultato raggiunto vorrei ringraziare:

  • me per le capacità mostrate e che vi hanno convinto ad iscrivervi a questo blog;
  • una 15ina di voi che assiduamente mi tengono compagnia e mi regalano scambi di pensiero, riflessioni, sorrisi e altro ancora con i commenti che reputo preziosissimi;
  • una 20ina di voi che si prendono il disturbo di pigiare il pulsante like;

Tutti gli altri è inutile ringraziarli tanto non mi cagano e non sanno neanche che ho scritto questo articolo o che ho raggiunto questo bell’obiettivo 🙂