Ispirazioni metropolitane

Home » Conoscersi » Libertà di espressione

Libertà di espressione

La libertà è una parola enorme. La liberà ha mille sfaccettature, mille sfumature. La libertà che noi diamo per scontato in questo periodo storico è stato frutto di sacrifici e battaglie che i nostri avi hanno conquistato con il sangue, battaglie e vite che ci rendono un paese civile ed abbastanza libero.

Per questi motivi in automatico ogni volta che penso alla libertà penso che essa vada difesa ad ogni costo.

Poi però mi ritrovo dinanzi a certe situazioni e il mio credo vacilla.

Faccio un esempio “leggero” e vi pongo subito una domanda.

Secondo voi è giusto che Young Signorino faccia “musica” e proponga liberamente i suoi pezzi? E’ corretto che i giovani ragazzini che navigano su youtube ascoltino certe canzoni che oltre ad essere per quanto mi riguarda orribili sono un inno al drogarsi, allo sfasciarsi, al rovinarsi la vita? E alcune canzoni non sono neanche tali.. solo suoni gutturali senza senso.

Il brutto è che i suoi contenuti sono virali ed ogni uscita ha sempre più successo in termini di visualizzazioni e clamore.

Voi che ne pensate?

Per chi non ha voglia di cercare vi lascio il link a 3 suoi video… ma preparatevi bene mentalmente.

 

 

Di una cosa sono certo… cari genitori che leggete questo post state sempre sul pezzo, aggiornatevi sulle tendenze che youtube propone, su ciò che cattura l’attenzione dei più piccoli e fate attenzione ai contenuti che il vostro figlioletto può guardare…. spiegare, parlare, comunicare può salvare vite.


24 commenti

  1. Evaporata ha detto:

    Mah… Se i genitori sono quelli che fanno il successo di programmi come “Quarto grado” dove si va a rovistare nei più torbidi omicidi famigliari, i programmi di Barbara D’Urso dove si raggiungono livelli di grettezza terrificanti, o ammirano gli eroi infami della serie tv Gomorra, temo che i figli abbiano poche speranze anche se non guardano signorino.

    "Mi piace"

    • Cix79 ha detto:

      Con il tuo esempio paragoni il trash televisivo, la cattiva informazione, l’incitazione al razzismo e la curiosità maniacale del nostro popolo verso gli orrori presenti nella nostra società mettondo tutto questo alla stessa stregua dell’incitazione al drogarsi ed ammazzarsi… forse non è la stessa cosa ma dei punti in comune ed un comune denominatore tutti questi esempi in effetti ce l’hanno

      "Mi piace"

      • Evaporata ha detto:

        La radice malsana è la stessa.

        "Mi piace"

      • Evaporata ha detto:

        Penso che andare in gita turistica a Rigopiano o davanti alla casa dove è stata uccisa Sarah Scazzi per fare selfie che puzza di cadavere sia una perversione attivata da certa Tv. C’è gente che campa e si specializza nello sfruttamento delle disgrazie e del dolore altrui e spera che ci siano ssempre. Non è solo TV e informazione spazzatura, è abituare il popolo al gusto dell’orrido. Sabrina Misseri, prima di essere condannata, passava in TV più del Papa del Presidente della Repubblica e di qualunque cantante e la gente sbavava.

        Piace a 1 persona

  2. C’è troppa libertà nel web…..quella di postare e quella di guardare, servirebbero davvero leggi più severe e più controlli da parte dei genitori
    Ciao Cix

    "Mi piace"

  3. silvia ha detto:

    Tanti filtri, tanta sicurezza e poi circolano questi video???? Ma che cavolo controllano solo le parolacce?

    "Mi piace"

    • Cix79 ha detto:

      Purtroppo i filtri sono automatici.. e la maggior parte come dici tu riguardano le parolacce, le bestemmie e se nei video ci sono i nudi. Paradossalmente una tetta viene censurata, una pistola che spara, un fucile, della polvere bianca no! Inutile dire che sarebbe impossibile controllare TUTTI i video caricati, sarebbe troppo dispendioso da parte dell’azienda che pubblica questi video mettere un team assurdo di persone che se li controlla tutti. Esiste probabilmente un sistema di segnalazione, ma non ho proprio idea di quanto sia efficace

      "Mi piace"

      • silvia ha detto:

        Con tutti i soldi che hanno fatto se lo potrebbero permettere eccome? Ma a parte questo, non dovrebbe essere la polizia postale a controllare i video e i siti pericolosi?

        "Mi piace"

      • Cix79 ha detto:

        Penso che la polizia postale non reputi pericolosi sti video, guardano robe peggiori penso, tipo casi di pedofilia, vendita di armi, riciclaggio e robe così

        "Mi piace"

  4. SaraTricoli ha detto:

    non è facile essere sempre informati di ogni cosa che accade sul web, perché appena senti e ti allarmi e ne parli con i figli per loro è cosa vecchia… (e i miei hanno solo 13 anni e a dirla tutta sono ancora un poco “bambini” rispetto a ciò che fanno certi loro coetanei).
    Però è capitato anche che venissero loro da me per mostrarmi cose strane e chiedermi spiegazioni o chiarimenti… o semplicemente per rendermi partecipe.
    Credo che questa sia l’unica via, cercare di farsi coinvolgere, perché solo loro possono farci entrare nel loro mondo… che è troppo veloce e ricco rispetto a quello che a fatto crescere noi!

    Piace a 2 people

    • Cix79 ha detto:

      Corretto, l’educazione ha un ruolo FONDAMENTALE in tutto questo processo di difesa dei propri figli. Però mi rendo anche conto che rispetto “ai miei tempi” di certi argomenti un genitore è quasi costretto a parlarne prematuramente con i propri figli, prima che il peggio lo possa assalire a sua completa insaputa. Per farti un esempio stupido a 13 anni io ero un coglione bambinone che giocava con le biglie, a pallone o coi pupazzetti.. ora a 13 anni c’è chi ha i primi approcci sessuali, c’è chi fuma… quindi il processo di protezione, penso, si è costretti a farlo partire prima

      Piace a 2 people

      • SaraTricoli ha detto:

        Diciamo che al giorno d’oggi (io che la sto vivendo tramite i miei figli) ci sono sia i 13enni “emancipati” come dici tu: fumano, bevono, escono la sera, e magari hanno già fatto sesso!
        E poi ci sono quelli che si ritrovano all’oratorio un pomeriggio ogni tanto per giocare a pallone e che qualche volta, si vedono per un paio d’ore per mangiare un gelato o fare i compiti insieme…
        Insomma dipende… non c’è più uno standard, ma forse anche ai nostri tempi era così, solo che erano pochi quelli del primo tipo: 2 o 3 in tutta la scuola…
        Comunque hai ragione che noi genitori ci vediamo costretti a spiegare certe cose prima di quanto vorremmo. Io ad esempio, per colpa di un compagno un po’ troppo “avanti”, ho dovuto spiegare ai miei figli, in terza elementare, cosa fosse un rapporto completo… avrei aspettato ancora un pochino, ma non importa, io non ho tabù e nessun problema a parlare di certe cose. Però non vorrei si bruciassero troppo le tappe… non serve!
        ps.: per la cronaca il tipo del tuo articolo i miei figli lo conoscono perché alcuni loro compagni lo ascoltano e seguono. I miei ragazzi si dicono meravigliati del successo e non danno troppa importanza ai contenuti di certe canzoni… Per intenderci il cantante preferito di mio figlio Paolo è Ligabue… Speriamo continuino così!
        Un abbraccio ❤

        Piace a 1 persona

      • Cix79 ha detto:

        Grande Paolo, continua così 🙂

        Piace a 1 persona

      • SaraTricoli ha detto:

        Riferirò 😍 grazie 😘

        "Mi piace"

  5. Laura ha detto:

    Condivido il pensiero di Sara, sono i genitori che devono seguire i figli fin da piccoli!!!! Un abbraccio caro Cix, buon weekend, 🙂

    "Mi piace"

  6. ehipenny ha detto:

    Ho visto il suo video per caso qualche giorno fa, sono rimasta sconvolta… purtroppo non è il solo e non è il primo, è pieno nella musica e nella televisione di contenuti diseducativi, mi viene in mente solo per citarne una la canzone di jax di qualche estate fa, Maria Salvador, un palese inno alla marijuana… i ragazzini forse nemmeno le capiscono, ma credo anch’io siano gli adulti a doverli gestire… questo perché purtroppo non esistono limiti alla libertà di espressione di certe “persone”…

    "Mi piace"

    • Cix79 ha detto:

      L’educazione e l’essere seguiti dai genitori è fondamentale, questo è poco ma sicuro! E parlo di educazione perchè quando ti muovi con i tuoi passi da solo devi fare le scelte giuste. Però chi non ha questa fortuna, chi ha genitori disattenti, beh loro sono in balia degli eventi e possono cadere in qualcosa di grosso e più grande di loro senza neanche accorgersene

      Piace a 1 persona

  7. pagurina9 ha detto:

    Il concetto di libertà andrebbe un attimo rivisto perché sul web si sta decisamente oltrepassando i limiti…

    "Mi piace"

    • Cix79 ha detto:

      Con la storia della libertà d’espressione (a cui io credo fermamente) si sta un po’ esagerando dato che non tutti sanno distinguere la mer.a dalla goliardia fino ad arrivare ad argomenti culturalmente validi

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: