Ispirazioni metropolitane

Home » Posts tagged 'Curiosità'

Tag Archives: Curiosità

Spiegatemi la moda #3 – Gli Influencer

influencer_badge1

(foto del web)

No, non sono ammalato ne stiamo parlando degli ammalati.
I frequentatori amatoriali del web, tutti coloro che sono dei web-nauti di primo pelo, potrebbero essere tratti in inganno da questo termine.
Gli influencer non sono altro che persone molto seguite sui social network che attraverso i loro video, post, immagini, parole, riescono ad “influenzare” le menti dei loro fan.
Il termine è accostato tendenzialmente all’ambito moda.

Faccio alcuni esempi per essere ancora più chiaro.

Io uomo influencer indosso un cappotto di pelliccia. Per i miei fan non sono un coglione che indossa la pelliccia, ma uno che di moda ne sa a pacchi. Grazie a me ora i maschietti possono usare la pelliccia, perchè fa figo.
Io donna influencer indosso un vestito simile ad un sacco della spazzatura o un abito dai colori arlecchino? Bene non sono ne una cessa ne una pagliaccia, bensì ho dei gusti che sono avanti rispetto alle masse. Grazie a me ora anche le femminucce possono vestire abiti sgargianti e fare accostamenti strani, se l’ho fatto io che sono figa, lo possono fare tutti.

Se certe cose invece le facciamo per primi al mondo io e la mia vicina di casa, due persone tendenzialmente sconosciute parentela esclusa, beh per il mondo che ci circonda e che ci osserva quotidianamente non saremmo altro che due coglioni dai gusti orribili, sconcertanti.

Dopo questa dovuta introduzione passiamo al dunque, al fulcro di questo articolo.

Gli influencer come dicevo sono persone “normali” che attraverso il web sono diventate “famose” e che sempre grazie allo stesso mezzo di comunicazione ora hanno un lavoro decisamente remunerativo.
Sono assoldati da case di stilisti per assistere alle loro sfilate, per indossare gratis i loro abiti durante feste ed eventi, sono pagati per promuovere determinati Brand in giro per il mondo.

Ricapitoliamo: hanno celebrità, visibilità, vestiti e accessori con disponibilità tendente all’infinito e viaggiano gratis in giro per il mondo per andare a trovare i loro amici vip per i quali lavorano.

Viaggiano in giro per il mondo, sono sempre in hotel o a lavoro, sono sempre in giro per far vedere che hanno una vita piena e divertente. Non possono mancare a feste e aperitivi, fa parte del loro lavoro farsi fotografare, farsi notare. Ah dimenticavo.. da quando si svegliano a quando richiudono gli occhi per dormire, sempre se hanno il tempo di farlo, vivono in costante simbiosi con il loro smartphone. Ballano, parlano, si svegliano, preparano la colazione, lavorano perennemente con il cellulare in mano. Tra un instagram stories, una foto su snapchat, una frase su twitter si mandano tra loro messaggi whatsapp per organizzare il prossimo evento mondano.

Ricapitolo: che vita angosciante (per me)!

Pensiero personale?
Non sopporto chi è perennemente con il cellulare in mano. Se una persona mi parla ma nel frattempo sta scrivendo su whatsapp io mi incazzo, la trovo una mancanza di educazione, salvo per emergenze o per piccoli secondi nell’arco di una serata passata assieme. Per loro però questo è lavoro.
Non sopporterei quella vita, troppo eccessiva e frenetica per i miei gusti. Ciò nonostante loro hanno quello che vogliono, quindi contenti loro, contenti tutti, compresi coloro che li seguono e vogliono emularli. Anzi beati loro che reggono quei ritmi.

Certo è che non hanno i miei ritmi ed io non ho i loro. E mi sta bene. Mi fa solo strano, ad esempio, vedere organizzare una cena a casa propria (come ha fatto il protagonista maschile del documentario che poi vi cito) e chiamare cuochi e camerieri per prepararla e servire gli ospiti. Io provengo da un altro universo, dove se inviti a pranzo degli amici cominci a preparare tu in prima persona le pietanze dalla sera prima. Però loro si divertono così, a loro piace così, quindi va bene così. Io, padre o mamma, non riuscirei a fare mai quella vita, ma ripeto, se a loro va bene così…

Per chi volesse maggiori informazioni sugli influencer e sulla loro vita, su Dplay TV c’è “il documentario” sulla vita di alcuni influencer italiani (che prima di averli visti qui, beata ignoranza, non conoscevo minimamente, neanche per nome). Di seguito il link che ha ispirato il mio post odierno:

http://it.dplay.com/realtime/the-influencer/

Chiudo ringraziando pagurina9 che mi ha citato il programma e quindi dato lo spunto per creare questo post ed eventualmente, se interessati, la possibilità di discuterne con tutti voi!

Italia – India #3

Ritorniamo con lo scambio culturale e di tradizioni.

Oggi ci occupiamo del matrimonio.

 

In India le famiglie scelgono le fidanzate o i fidanzati dei propri figli rivolgendosi a delle entità simili ad agenzia matrimoniali le quali verificano la compatibilità degli iscritti (paganti) in base a dei controlli basati sull’astrologia, data di nascita, religione e cose di questo genere.
Dopo lo studio, l’agenzia effettua la scelta e la comunicano alle famiglie interessate.

I 2 ragazzi selezionati così si incontrano e se il primo appuntamento va bene si dichiara l’inizio del rapporto. Dal giorno successivo all'”engagement”, entro i 6 mesi successivi, i due ragazzi si sposano.

Statisticamente sono rarissimi i casi in cui dalla data dell’engagement alla data del matrimonio le coppie scoppiano.
Ultimamente qualche coppia si forma in maniera moderna, ovvero tramite conoscenza senza agenzia, dove il ragazzo sceglie la ragazza e si frequentano, ma tali casi sono ancora rari e poco ben visti dalle famiglie.

Per la grandissima maggioranza dei casi i matrimoni continuano per tutta la vita, non si interrompono. Dato il grande successo che hanno queste agenzie, i ragazzi credono tuttora molto in questo tipo di approccio. Il mio collega difatti è certo che si sposerà entro 4 anni, ma ancora non conosce la sua dolce metà, ma non ha fretta visto i tempi corti di fidanzamento e la fiducia che ripone in questa tecnica che unisce scienza, religione e fede personale.

Vivinci Scaduto

Ieri una mia collega ha lasciato l’azienda. Facendo pulizia nei cassetti è uscito fuori sto tubetto di vivinci che è scaduto da un anno.

Ecco come si è presentato 🙂

 

20151118_17432620151118_174332

Voi l’avevate mai vista questa reazione?

 

Ah.. hanno cambiato il layout di pubblicazione da web.. non sembra malaccio, spero funzioni bene 🙂

Intervista a Ehipenny

E siamo giunti all’ultimo appuntamento con le interviste a voi blogger.

Ho voluto concludere questo appuntamento con l’amica Ehipenny http://ilmondodelleparole.wordpress.com per festeggiare con lei il risultato da poco raggiunto dei mille articoli scritti su questa piattaforma. Godetevi questa intervista e poi fiondatevi sul suo blog a curiosare, se ancora non la conoscete!

Domande Generiche sul blog

● Ci puoi descrivere brevemente (massimo 5 righe) di che tratta il tuo blog e perchè l’hai creato e quali sono i tuoi obiettivi attuali?
Il mio blog tratta di una mente confusionaria generatrice di pensieri: la mia. L’ho creato per poter dare sfogo a tutte quelle congetture che mi creo durante le giornate, senza obiettivi, senza scopi, senza interesse alcuno. Penso che il blog sia un po’ il diario della mia vita.

● Pensi che il tuo blog sia interessante agli occhi degli altri? In caso affermativo, perchè?
Questo non lo so. Può darsi, come può darsi di no. Forse per alcuni. Sicuramente ho ricevuto fino ad adesso un supporto particolare da alcuni blog, e deduco che per loro i miei scritti siano interessanti. Il perché? Non so. Forse perché mi sforzo di essere quanto più sincera possibile. Per il resto, non saprei valutare altre possibilità…forse piace ciò che scrivo perché sono solo pensieri disimpegnati… 😉

● Perchè secondo te c’è gente che segue il tuo blog piuttosto che uno simile al tuo?
Mi orienterei sulla pura casualità. Ma non saprei, forse perché c’è qualcosa di diverso, ma credo che ciò valga per tutti, quindi… non so rispondere a questa domanda.

● Per te il blog ha un potenziale minore o maggiore rispetto a un vlog (video blog)?
Amo scrivere. Odio farmi fotografare o riprendere. Quindi mi pare ovvio che nel mio caso un vlog non avrebbe NESSUN potenziale: sarebbe più che altro un eterno silenzio. Molto meglio carta e penna…

● Quando leggi degli articoli che non ti piacciono proprio o che esprimono pareri completamente discordi dai tuoi come ti comporti?
Se non mi piacciono ma non mi incuriosiscono neppure, passo avanti. Ma se qualcosa mi costringe a formulare la mia tesi e ad esporla in un commento, lo faccio volentieri, anche nella possibilità di essere in torto. Credo che i confronti siano importanti per crescere, in ogni caso.

● Cosa ne pensi dei blogger che cercano di guadagnare vendendo e promuovendo i propri prodotti attraverso il blog?
Non so,non penso. Sono liberi di fare del blog l’utilizzo che vogliono.

● Quanto racconti di te sul blog?
Praticamente tutto. Nel senso che i miei pensieri ci sono tutti, ma di ciò che faccio o mangio o vedo, abbastanza poco. Ma credo che la vera essenza dell’uomo in fondo sia la mente pensante. Quindi direi che il blog parla di me al 100%

● Come mai non hai paura di esternare al mondo di internet i tuoi sentimenti? Ti senti sicura qui?
Non è un sentirsi sicura o meno. È forse più un sentirsi pronta a capire sè stessi con tanta sicurezza al punto da metterlo per iscritto davanti ai propri stessi occhi. E nel caso di dubbi, è un sentirsi pronta a chiedere, perchè a volte forse è meglio confessare tutto a chi non ha occhi per squadrarti da lontano… non ho paura del mondo di internet, non credo che delle parole buttate su un sito abbiano tanta importanza… credo che il loro valore sia attribuito da noi stessi, e basta.

Domande Generiche sulla vita reale

● Hai tanti rapporti sociali o sei una persona tipicamente solitaria?
Sono solitaria, per il mio carattere, ma ho le mie persone speciali su cui posso contare, e so che loro ci saranno sempre. Come si dice… meglio pochi ma buoni 🙂

● Come occupi il tuo tempo durante la tua giornata?
Molto spesso mi dedico a quello che mi piace, la musica, la scrittura, lo sport… sono solitaria ma poco sedentaria 😉

Quale ostacolo della vita di tutti i giorni ti preoccupa di più?
Mi preoccupa il non riuscire a realizzare i miei sogni, e dover accettare una vita che non sento mia. E mi preoccupa il non avere tempo o modo di fare ciò che mi piace.

● Una persona per conquistarti (non per forza come marito/compagno) che caratteristiche deve avere?
Deve saper ascoltare, avere personalità e farmi sentire in qualche modo importante, ma senza esagerare

● Prima di morire qual’è la cosa che vorresti assolutamente fare? (vale anche se l’hai già fatta)
Scrivere un libro. Magari anche su di me.

Quanto sei contenta della vita che conduci e che hai condotto fin ora?
Sono contenta della mia vita, e non vedo perché dovrei desiderarne un’altra. Se ci fosse qualcosa che non mi piace, lotterei per cambiare quel qualcosa.

Saluti finali

● Porgi un saluto ai tuoi lettori
Saluto tutti coloro che mi leggono, e li invito anche a collaborare alla risposta alla seconda domanda… Ed infine un grazie, e ci rivediamo presto! 🙂

Dragon’s Loyalty Award

dragon_loyalty_2015

Questo è un award dedicato ai fedelissimi che seguono, commentano, “piacciano” il nostro blog.

Ringrazio Laura https://raccontidalpassato.wordpress.com/2015/08/26/dragons-loyalty-award/

e Chiara https://chiarachiarissima.wordpress.com/2015/09/15/nominata-al-dragons-loyalty-award/
per avermi scelto a partecipare a questo Award che faccio molto volentieri.

Veniamo alle regole del Tag:

– Inserire il logo del premio
– Ringraziare chi ci ha nominato
– Nominare altri 15 blog
– Raccontare 7 cose di noi

Ed ora le curiosità:

1) Quando sono a casa non faccio mai colazione. Qualsiasi ora mi alzo vado direttamente al pranzo. Se sono in ufficio invece la faccio con the e biscotti.

2) Ascolto le stesse 200 canzoni che ho nella playlist dell’ufficio ogni giorno, da anni. Rinnovo la lista raramente.

3) Odio stirare, ma anche a malincuore lo faccio lo stesso.

4) Le prime donne televisive che mi hanno fatto “innamorare” sono state Laura Antonelli, Edwige Fenech e Angela Cavagna.

5) I miei idoli calcistici di sempre sono stati Van Basten e Franco Baresi.

6) Adoro leggere libri Fantasy e fumetti perchè quando leggo io divento istantaneamente l’eroe del libro in cui mi immedesimo. Adoro Sanji di One Piece, Shikamaru di Naruto, Elle di Death Note e Tyrion del trono di spade.

7) Da piccolo volevo far vedere a mio padre che avevo la testa di ferro. Mi sono lanciato contro la porta ma ho beccato la chiave. Non avete idea di quanto sangue mi sia uscito. Ne vado ancora fiero di quella dimostrazione di forza da Genio!

Le Nomination
Non ne faccio, se vi va di partecipare cosa aspettate? Sentitevi liberi di partecipare, non fate i timidi 🙂

Sisterhood Award

sisterhood-of-the-world-bloggers-award_2015

Ringrazio tuttolandia1 https://tuttolandia1.wordpress.com/2015/08/29/nomination-7/ per avermi nominato a partecipare a questo Award.
Se, ma non credo, non conoscete il suo blog correte da lei e date una bella sbirciata, il suo blog è davvero completo e pieno di spunti interessanti.

Le regole per partecipare a questo Award sono:

* inserire il logo del Premio
* ringraziare il blog che ti ha nominato
* rispondere a dieci domande
* nominare dieci bloggers e avvisarli
* scrivere dieci domande ai nuovi nominati

Ora mi accingo a rispondere:

1-Sei in panne con l’automobile, cosa fai se nessuno risponde alla tua chiamata?
Dipende dove succede.. potri camminare fino ad un posto abitato vicino oppure aspettare che qualche anima pia si fermi ad aiutare.

2-Quale ricordo ti lega alla prima classe elementare?
Che ero tra i bambini più bassi e rachitici.

3-Cosa è la sincerità?
Sulla carta una bella qualità, nella società di oggi un difetto.

4-Il caffè…
Lo bevo solo se espresso e con zucchero di canna, una bustina grazie. D’estate lo adoro freddo, a mo’ di granita.

5-Sei ordinata/o, organizzata/o?
Abbastanza ma non troppo. Per alcuni amici sono ordinatissimo, per i miei genitori sono l’inferno in persona. La verità starà nel mezzo, credo.

6-La slitta di Babbo Natale ha perso le renne, con cosa o con chi le sostituisci?
Chiaramente con gli unicorni alati

7-Ami la neve? Perchè? Se no, perchè?
Mi piace perchè nel mio paesino pugliese la vedevo raramente. Ora mi ci sto abituando.. anche se è sempre bello ed emozionante vederla cadere dal cielo, molto più della pioggia.

8-Cos’è per te il meglio?
Non ho una definizione precisa. Il meglio è qualcosa migliore del peggio o del mediocre o del sufficiente. E’ il massimo che si può raggiungere o provare in un certo ambito.

9-Il frutto dell’amore è…?
Non lo so, non l’ho ancora trovato 😦

10-Hai un portafortuna?
No
E ora le domande
1) Credi nell’oroscopo e segni zodiacali?
2) A Natale qual’è la cosa che più di fa sentire in atmosfera di festa?
3) La vera vacanza è …
4) Ti piace più fare regali o riceverli?
5) Descrivimi le tue 4 stagioni
6) Ti piace giocare?
7) Se potessi esaudire un desiderio, quale esaudiresti?
8) Qual’è il piatto che più ti piace e quale più ti rappresenta?
9) Tra fit-watch, orologi da polso, pendolo, cucu, cellulare, quale preferisci e perchè?
10) Qual’è la cosa più “schifosa” che tu abbia mai visto.

Le Nomination
Non ne faccio, se vi piacciono le domande poste ed avete tempo da impiegare, sentitevi liberi di partecipare 🙂

Curiosità su di me – Risposte #3

Se vi foste persi i precedenti post
https://cix79.wordpress.com/2015/07/09/curiosita-su-di-me-risposte-1/
https://cix79.wordpress.com/2015/07/23/curiosita-su-di-me-risposte-2/

Ma passiamo subito al dunque

caterina rotondi
D. Di che segno sei? Hai fratell?
R. Sono un figlio unico del segno del Sagittario! (ora voglio le tue considerazioni da astrologa in merito :D)

ilsabatomattina
D. Qual è il mantra (pensiero positivo) della tua vita?
R. Non ne ho uno, ma cerco di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno, cerco di sorridere anche di fronte alle avversità. Fin ora è stato un modo di vivere efficace per superare le difficoltà che la vita mi ha fatto incontrare.

D. Quali sono le tre cose che più ti danno fastidio delle persone???
R. I comportamenti che più mi danno fastidio delle persone sono il non rispetto, la disonestà e la maleducazione. Persone così, appena scopro uno di questi difetti, non le frequento più.

neda
D. Io vorrei sapere tre cose che ami, tre cose che odi e quali sono i tuoi passatempi preferiti.
R. Sui passatempi e sulle cose che odio nelle persone ho già risposto in precedenza. Sulle cose che amo invece posso dirti che adoro essere circondato da persone genuine, anche un po’ pazzerelle. Mi piace condividere momenti e sensazioni. Ed a momenti della vita (non sempre) adoro viaggiare.

Photo&Memories
D. Cosa ti ha spinto a scrivere il tuo blog ?
R. Sinceramente non sapevo come occupare le serate.. ma non mi andava di chattare. Inoltre seguivo un blog, quindi mi sono interessato a questo mondo ed ho pensato di poter dare qualcosa di mio. L’ho aperto senza pretese di continuità ed invece si è rivelato una gran bella sopresa (per me almeno, per voi forse un po’ meno :D).

alessialia
D. secondo te perchè si è più portati a pensare che tu sia una donna leggendoti???
R. perchè sono un ragazzo indubbiamente dolce e sensibile 😀

D. Ti piace leggere? Che tipi di libri?
R. Leggo poco e a periodi. Di solito leggo libri fantasy, spade, scudi e mazzate a gogo, magie draghi e chi più ne ha.. più ne ha (cit. Paolo Bitta) 😀

D. Il tuo viaggio dei sogni?
R. Il viaggio di nozze, non importa dove, ma sono certo che sarebbe speciale!

D. Se potessi viaggiare nel tempo, quale epoca vorresti visitare?
R. Futuro sicuramente no.. più che periodo vorrei vedere e conoscere persone, animali e luoghi. Vedere i dinosauri, conoscere Aristotele, Galileo, Stalin, Platone, Kant, Ghandy, Napoleone, Cesare, Leopardi, D’Annunzio, il Che, Mau Tse Tung, Confucho, Cleopatra e tanti altri ancora.

D. Se potessi, quale personaggio importante, attuale o passato, vorresti incontrare?
R. Risposto nella domanda precedente, si concentri e non mi faccia ripetere, perbacco! Così per curiosità mi sarebbe piaciuto incontrare 3 personaggi della tele ormai andati che hanno segnato la mia infanzia televisiva: Corrado Mantoni, Raimondo Vianello e Nino Mainfredi. Attuale papa Francesco.

D. Qual’é la cosa più pazza che hai combinato?
R. Mmm.. forse lasciare in mezzo una strada (in paese) mia madre perchè mi aveva fatto arrabbiare mentre guidavo.. l’ho fatta scendere e l’ho lasciata li, lontana da casa! Chiaramente non mi sono mai scusato perchè avevo ragione e lei non mi ha parlato per più di una settimana! Mio padre ha provato a mediare, ma senza risultati!

Sherazade
D. Quante volte ragazzo? Tema a scelta.
R. Sono stato ragazzo più e più volte… diciamo che lo soono sempre, tutti i giorni, ma a momenti alterni dalla giornata. Diciamo che di solito indosso i panni dell’adulto, ma quando sono libero da “catene”, mi svesto, mi cambio e torno il ragazzo di sempre!

Il Salvadanaio di Super Mamma
D. Sei Pugliese ma vivi a Milano, una città fredda, austera e spesso con un atteggiamento negativo nei confronti della gente del Sud. Aldilà delle prospettive di vita lavorativa offerte dalla città in cui vivi, come affronti queste differenze culturali, mentali e di approccio con il prossimo?!
R. Non avrei mai pensato di riuscire a vivere in una città grande venendo da un paesino; sono passato da Palermo a Milano e mi ci sono trovato bene. Sono un ragazzo che si abitua facilmente all’ambiente che lo circonda quindi non ho avuto assolutamente difficoltà ad ambientarmi. Sicuramente un grosso aiuto me l’han dato gli amici che quasi sin da subito ho trovato e che continuo a frequentare tutt’oggi!
Tiz
D. Se tu fossi un libro che libro saresti? E una canzone, quale?
R. Domanda davvero troppo complessa a cui non so proprio rispondere. Se cambi il saresti con il vorresti essere, il gioco diventerebbe più facile.
Libro che vorrei essere: 50 sfumature di grigio rosso e verdone 😀 oppure anche uno dei mille libri fantasy che ho letto.. oppure l’Alchimista.
Canzone.. non lo so.. scegline una dei Queen a caso ed andrà bene… allegra.. mmm… ti suggerisco Radio Gaga, The king of the Universe o We will rock you