Ispirazioni metropolitane

Home » Posts tagged 'Legami'

Tag Archives: Legami

Matrimonio a prima vista

Mi scuso sin da subito per il post lungo, sapete bene che non è mia consuetudine farne.

In queste settimane hanno dato in tele su canale 8 un programma chiamato “Matrimonio a prima vista”.

Per chi non avesse visto il programma e non vuole spoiler non continuare a leggere, io vi ho avvisati.

Questo programma è in pratica un esperimento sociale: degli psicologi di nota fama scelgono 6 persone (3 uomini e 3 donne) che secondo i loro studi, istinti e potentissimi mezzi vodoo, ritengono molto compatibili ed affini per poter vivere assieme ed innamorarsi.
Quindi questi studiosi, dopo aver scelto le coppie ideali, le fanno sposare senza che i concorrenti, pazienti o cavie del programma, si conoscano prima. Il loro primo incontro è quello che porta allo scambio delle fedi.
Avviene quindi il matrimonio, la luna di miele ed 1 mese di convivenza.
Alla fine del mese di convivenza le coppie devono decidere se continuare con il loro matrimonio o divorziare.

Il risultato, nonostante gli psicologi fossero confidenti nella loro scelta iniziale, ha dato esiti pragmaticamente negativi: nessuna coppia ha deciso di continuare la relazione.

Alla fine, dal mio punto di vista si è evinto che:
– le donne, sognatrici, nonostante le difficoltà e le diversità, nonostante probabilmente l’incompatibilità di carattere con il proprio partner, avevano tutte deciso di provare a continuare con la relazione e quindi con il matrimonio;
– gli uomini, pragmatici (o cagasotto?), probabilmente spaventati dalle diversità, dalla scarsa conoscenza della partner, dalle difficoltà, hanno deciso di divorziare e troncare la relazione.

Immedesimandomi nella situazione, facendo finta che tutta la finzione del programma televisivo non fosse presente, da uomo avrei fatto probabilmente le stesse scelte a quelle condizioni.

Ma perchè?
Forse noi uomini nella società attuale abbiamo paura dei conti salati che si pagano dopo che certi passi fatti finiscono male? Abbiamo bisogno di stabilità, certezze e tempo prima di affrontare certe decisioni? Perchè l’uomo ci va così con i piedi di piombo?

Allo stesso tempo mi chiedo: perchè le donne del programma avrebbero scelto tutte di continuare? Perchè si sono subito infatuate del loro compagno e non è successo viceversa? Perchè le donne riescono così a sognare e a vivere certe situazioni così con più leggerezza ed apertura mentale?

Non penso sia solo perchè a livello legale e finanziario ci perdono meno.. non voglio credere solo in questo!

Voi che ne pensate?

Amici di passaggio

Con M. ci conosciamo da 8 anni, ovvero da quando è venuto a lavorare presso l’azienda per la quale lavoro.

Con A. stessa storia, ma ci conosciamo da meno anni, quasi 4.

Con M. ne ho combinate di ogni tipo, sin dall’inizio c’è stata una forte sintonia nonostante le diverse origini: io pugliese, lui veneto. Siamo una coppia di amici notevolmente idiota e vi garantisco che abbiamo una serie di aneddoti che vi crepereste dalle risate nell’ascoltarli.

Con A., pugliese anche lei, è nato subito un feeling dato che sono stato l’amico che l’ha fatta ambientare a Milano quando si è trasferita qui. Con A. abbiamo condiviso svariate serate ed aperitivi e dopo un po’ non vi nascondo che ho cercato di “piazzarla” al mio coinquilino.

Ad un certo punto ho scoperto che A. si era invaghita di M. e a questo punto mi sono trasformato in cupido e sono intervenuto di nascosto: ho parlato con M. il quale il giorno seguente, senza perder tempo, si è fatto avanti e si è dichiarato. Ora sono diventati una coppia affiatatissima.

Bene. Ieri M. ha dato le dimissioni e ha avvisato l’azienda che si trasferirà fra meno di un mese a lavorare in Puglia. Ovviamente fra qualche mese, giusto il tempo di sistemarsi e cercare una nuova occupazione, anche A. lo raggiungerà.

Bene. Fra pochi mesi mi ritroverò con 2 amici in meno con i quali scherzare, parlare e passare delle liete e divertenti serate.

Morale della favola: sono triste!